Sconto del 5% e spedizione gratuita su tutto il catalogo

  • 0 Items - 0,00 
    • Carrello vuoto
345855695_1429206061161389_8945086744929426072_n

Si è tenuta nel contesto degli Open Days di Gea presentazione di Clouds. Il giorno che le nuvole caddero sulla terra di Fabio Baldassarri e Daniele Negri, prima opera di narrativa edita da Metilene Edizioni. “Clouds” è un romanzo breve che invita il lettore a riflettere sulle conseguenze del cambiamento climatico e sul dibattito intorno alle possibili soluzioni. Senza la pretesa di voler trasmettere un messaggio, il testo mette a confronto più più punti di vista ricorrendo a un espediente narrativo fantascientifico: «D’improvviso – si legge nella sinossi – tutte le nubi calano al suolo con le loro altezze, forme, colori. Un incubo che si materializza ovunque ma non sui deserti, su vaste aree marine, sulle montagne più alte, dove nulla cambia. Il resto del mondo, avvolto da una caligine vischiosa, scivola invece nel caos […] un confronto drammatico e distopico tra opposte visioni del mondo alla ricerca di un complesso equilibrio ambientale».

A dialogare con gli autori c’era Chiara D’Errico, ricercatrice e divulgatrice scientifica del Cnr: suo è stato il compito di individuare e spiegare i punti di contatto tra la fantasia del romanzo e la realtà di una crisi ambientale in corso. Al centro di tutto c’è comunque l’essere umano con le sue sensibilità e soprattutto le sue scelte, da cui hanno origine conseguenze e conflitti destinati talvolta a mutare per sempre l’ordine delle cose. L’incontro è stato moderato da Maurizio Gori, giornalista ed esperto di letteratura di fantascienza e noir.